BandiSmart Working

smart working

Proposto e presentato attorno alla metà del 2020, il Bonus pc e tablet del valore di 500 euro, puntava all’erogazione di un aiuto tecnologico alle famiglie meno “digitalizzate” che, da un momento con l’altro, si sono ritrovate a dover lavorare in smart working ed a gestire la DAD dei propri figli, senza magari possedere un pc, un tablet o una connessione internet più o meno efficiente.

Sicuramente un aiuto in leggero ritardo rispetto alle reali ed effettive necessità insorte “dalla sera alla mattina seguente” il “bonus pc e tablet” con cui sono stati stanziati 204 milioni di euro è in fine stato avvallato per aiutare le famiglie con Isee fino a 20.000 euro.